non sono uno straniero

No, non sono uno straniero! Mi infilo

Come un anello sul dito della città

Pietra su terra, nuvola in cielo, mi sciolgo

Sulla lingua della sera. Su un vecchio molo

Alzo uno specchio alle navi morte.

Su mano e volto scendono le stelle a sciame

Che traboccano dall’arnia del cielo.

Oktay Rifat

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in arte, quel che resta del mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...