Vergogna

Post senza immagini dopo la strage in mare. Possibile che l’unico che riesce a esprimere indignazione fuori retorica sia oggi il Papa? Dov’è la società civile che scende in piazza? Dov’è il movimento delle donne? I pacifisti? La sinistra? Ognuno così assuefatto a coltivare il proprio orticello da non conoscere un sussulto feroce che sappia farsi azione, che trovi un simbolo, un modo visibile e accessibile a ogni italiano che voglia dire basta!

Ricordare quello che disse in una delle sue ultime interviste nel 1986 Primo Levi: «Nella vita politica nostra mi pare ci sia stata una mutua degradazione. Ci si influenza a vicenda, fatalmente. Fra dominante e dominato c’è uno scambio fatale per cui il livello morale della classe dominante influenza il livello morale dei soggetti, dei cittadini. E viceversa».  Risuona, eccome, ma oggi occorrerebbe un sussulto anche contro il fatalismo, un sussulto che alzi il livello.

Annunci

4 commenti

Archiviato in quel che resta del mondo

4 risposte a “Vergogna

  1. cultureacolazione

    Ma soprattutto, perché solo ora si grida all'”immane tragedia” e si proclama il lutto nazionale? Non è la prima volta che succede una cosa di questo genere, solo che finché succede in acque internazionali o al largo delle coste del Nordafrica vatutto bene, quando succede davanti ai nostri occhi allora improvvisamente tutto cambia. Che rabbia.

    • Certo! Ma purtroppo a volte sono solo questi eventi che smuovono le nostre coscienze addormentate o troppo concentrate sull’orticello.E oggi le tendenze antisociali sono (quasi fisiologicamente) fortissime. In parte per via del discorso capitalista, in parte per un bisogno di emancipazione individuale, singolare. E la dimensione sociale, solidale, politica dell’esistenza richiede uno sforzo e un salto di qualità. Facciamo che qualcosa si muova!

  2. Valter Tanghetti

    Pensavo all’etimologia della parola ver-gogna, a quell’essere esposti allo sguardo dell’altro (a differenza del senso di colpa) che ci costringe a ri-pensar-ci. Quelle bare esposte, quei corpi prima inghiottiti e poi vomitati dal mare… Sì, mi vergogno. Ma l’emozione non basta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...