Tras-figurazione

«E’ grazie a Coltrane che ho avuto l’intuizione di cosa intenda Paul Gilroy quando parla di trasfigurazione dell’esperienza come dell’adozione di una figura che aiuta un transito, che porta oltre, qui e altrove. Tras-figurazione come capacità evocativa che passando da una figurazione all’altra coglie qualcosa di invisibile nel visibile.» (Approdi e Naufagi pag. 144)
Di seguito un’opera del writer spagnolo Borondo per lo street art festival di Delhi

 

L'immagine può contenere: bicicletta, spazio all'aperto e una o più persone
Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Approdi e naufragi, quel che resta del mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...